Parola d’ordine: RI-ordino!

Parola d’ordine: RI -ordino!

Il rientro post vacanze è sempre pieno di nuove idee, vuoi perché hai visto posti nuovi, vuoi perché ti sei confrontata con altre realtà. E così, tornare alla “normalità” può diventare motivo per risistemare alcuni ambienti che sono poco “organizzati”. Il primo passo da fare è scegliere ciò che realmente ti serve! Negli ambienti che viviamo ogni giorno, abbiamo sempre  bisogno di maggior ordine, capita a tutti di accumulare e  di ritrovarsi sommersi da cose che, in fondo in fondo, non ci servono veramente.

 

Per prima cosa è necessario liberarsi da tutto ciò che non rispecchia più il nostro modo di vivere la casa, partendo dalle fondamenta: le necessità funzionali. Chiediti: a cosa mi serve questo ambiente? Quali funzioni devo svolgere al suo interno? Cosa mi serve per renderlo più pratico? L’insieme che ne deriverà parlerà di te!

 

Riuscire ad ottenere spazi organizzati, oltre che farti trovare prima le cose che cerchi, ti darà anche una sensazione di liberazione e di profonda soddisfazione. Provare per credere! La ri-organizzazione permette di fare spazio sia negli ambienti in cui vivi , ma anche dentro di te! 

Ogni ambiente ha necessità di una risistemata ogni tanto, dal bagno alla cucina, dalla cameretta dei bambini, al garage. Dal piano di lavoro dello studio, al sottoscala.

Ok, ma da dove comincio? Individua, a seconda dell’urgenza che hai, l’ambiente dove senti “più bisogno di ordine” perché magari c’è un accumulo di arredi e oggetti, piccoli o grandi, che stanno li da chissà quanto tempo, inutilmente. Capita che quasi non ce ne accorgiamo più, l’abitudine  fa brutti scherzi!

La cosa migliore è quella di liberare tutto l’ambiente dalle suppellettili, spostando tutti gli oggetti da una parte, per poi riposizionarli, vuoi per colore, vuoi per categoria. Libri con libri, detersivi con detersivi, contenitori con contenitori e via dicendo.

Circondarsi di troppi oggetti ti fa sentire come oppressa, ti è mai capitato ? Con un pizzico di fantasia poi, ogni ambiente, anche quello più impensabile, diventerà speciale!

Ricorda che tutto quello che avrai deciso di eliminare,  potrai sempre portarlo in un mercatino dell’usato o decidere di donarlo a qualche associazione di volontariato o nelle parrocchie del quartiere dove i tuoi oggetti, mobili o abiti potranno trovare qualcuno che gli darà una nuova vita! 

Condividi
  •  
  •  
  •  
  •  

Commenti

commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *